"...nasce la volontà di progettare nel "durante Noi" un percorso che metta al centro la persona con disabilità e che attraverso strumenti scientifici le permetta di autodeterminarsi e di compiere scelte consapevoli. Il progetto Civico 34 parte da qui."



"...nasce la volontà di progettare nel "durante Noi" un percorso che metta al centro la persona con la disabilità e che attraverso strumenti scientifici le permetta di autodeterminarsi e di compiere scelte consapevoli. Il progetto Civico 34 parte da qui".

 


Sabato 2 Marzo è stato inaugurato "Civico 34": un sogno che diventa realtà anche grazie alla legge 112 del 2016 sul “Dopo di noi”, che regola le innovazioni dedicate alle persone con disabilità e al loro futuro oltre l’assistenza dei familiari.

Quattro amici, che si sono conosciuti all'interno della comunità alloggio gestita da Anffas, sono diventati protagonisti del loro futuro e hanno scelto dove e con chi abitare: vivranno in una vera e propria casa in cui svolgere una vita per molti aspetti indipendente, in un appartamento arredato con design funzionale e in cui, grazie alla domotica, molti gesti della quotidianità saranno ancora più semplici.

Civico 34 è inserito all'interno degli spazi dell'Anffas Macerata, interamente ristrutturato, realizzato secondo specifici criteri di accessbilità, dotato di attrezzature e arredi funzionali per l'acquisizione delle autonomie domestiche quaotidiane. I quattro protagonisti del progetto, a seguito della scomparsa dei genitori e/o per situazioni differenti, vivono da anni nella Coser gestita da Anffas Macerata ma ora, grazie alle innovazioni e ai fondi introdotti dalla L. 112/2016 e affiancati dall'Ambito Territoriale Sociale n. 15, hanno potuto prendere in mano il proprio futuro e iniziare una Vita Indipendente.

 

Si allega l'intervista al coordinatore dell'ATS 15, Carla Scarponi
https://www.youtube.com/watch?v=zvrsBkyP3Sk&feature=youtu.be

News

Pubblicazioni