SAD ALZHEIMER

AVVISO PUBBLICO PROGETTO "ASSISTENZA DOMICILIARE PER ANZIANI ULTRASESSANTACINQUENNI AFFETTI DA ALZHEIMER O ALTRE FORME DI DEMENZA


DESTINATARI

Anziani ultrasessantacinquenni in condizione di parziale o totale non autosufficienza (invalidità pari o superiore al 67%) affetti da Alzheimer o altre forme di demenza. L'anziano beneficiario deve essere residente e domiciliato in uno dei nove Comuni dell'Ambito Territoriale Sociale 15.

 

OBIETTIVI

Il supporto domicialiare, specificatamente rivolto ad anziani affetti da Alzheimer o altre forme di demenza, consente di:

  • assistere l'anziano all'interno della sua casa e del suo contesto familiare;
  • dare risposte in termini di sollievo e sostegno alle famiglie di anziani con malattie cronico-degenerative e invalidanti quali la demenza e l'Alzheimer, che richiedono compiti assistenziali gravosi sia in termini di tempo che di fattori di stress ad essi correlati;
  • aumentare la qualità della vita dell'anziano nel proprio domicilio, ritardando la sua istituzionalizzazione;
  • aumentare l'offerta dei servizi domiciliari con quanto presente nel territorio dell'ATS 15 (destinati ad altre fasce di popolazione o altri livelli di ISEE come, ad esempio, i SAD Comunali).

L'obiettivo generale dell'intervento è quello di fornire uno strumento di sollievo al caregiver e al contesto familiare dell'anziano affetto da Alzheimer o altre forme di demenza, soprattutto qualora l'anziano viva solo o con un familiare ultrasessantacinquenne.

 

PRESTAZIONI EROGATE

Le attività previste dal Servizio di Assistenza Domiciliare sono:

  • il "sollievo" che si intende fornire alla famiglia dell'anziano affetto da questo tipo di patologie o per il supporto assistenziale ad anziani con una rete relazionale impoverita. L'assistente domiciliare fornirà aiuto nei compiti assistenziali quotidiani a favore dell'anziano/a (cura della casa, cura della persona, etc,);
  • l'assistenza domiciliare è assicurata anche qualora vi siano ricoveri, esclusivamente temporanei, presso strutture socio-sanitarie nella misura in cui essi siano complementari al percorso domiciliare (il supporto di un'assistente domiciliare presso strutture a rilevanza esclusivamente sanitaria è oggetto di specifica valutazione dell'Assistente Sociale di Ambito);
  • l'assistenza domiciliare è assicurata anche qualora vi siano assistenti familiari private regolarmente assunte dalla famiglia e l'assistenza domiciliare erogata dal SAD di ATS 15 completa le ore svolte dall'assistente familiare privata nei giorni di riposo settimanali (ad esclusione dei festivi) o integra l'orario dekk'assistente familiare privata;
  • corsi di informazione/formazione e supervisione operativa (sia individuali che di gruppo, anche in modalità e-learning) rivolti agli assistenti domiciliari e gestiti in collaborazione con soggetti pubblici e privati che operano nell'ambito della senilità sul territorio dell'ATS 15 (APSP IRCR di macerata, CDCD - Centro Disturbi Cognitivi e demenze del Distretto sanitario Area Vasta 3, ASUR - Dipartimento di prevenzione, Croce Rossa, ect.), coinvolgendo esperti in materia.

 

REQUISITI DI ACCESSO

Per accedere al SAD è necessario presentare, unitamente alla modulistica prevista dal bando, la seguente documentazione:

  • certificazione di invalidità uguale o superiore al 67%;
  • certificazione prodotta dal Medico di Medicina Generale (MMG) o dal Centro Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD - ex UVA) attestante la patologia di Alzheimer o altre forme di demenza;
  • Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) attestante la richiesta dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) calcolato ai sensi del D.P.C.M. 159/13.

L'utente in lista di attesa la cui DSU è scaduta, è tenuto a presentare una nuova DSU in corso di validità nelle tempistiche indicate dall'Ufficio di Ambito. nel caso non presenti la documentazione richiesta, sarà posizionato in ultima posizione della lista di attesa.

 

MODALITÀ DI ACCESSO

Si accede alla lista di attesa per il servizio inoltrando la domanda su appositi moduli dell'Ufficio di Promozione Sociale (UPS) dell'Ambito Territoriale Sociale presente in ognunod ei nove Comuni dellìATS 15 (potete trovare tutti gli sportelli qui) o all'Ufficio comune di aTS 15.

La residenza può anche non coincidere m, comunque, deve rientrare in uno dei nove Comuni dell'ATS 15.

 

MODALITÀ DI EROGAZIONE

Le ore saranno concesse nelle modalità, sperimentali, di seguito indicate:

  • per anziani che vivono soli o con un familiare ultrasessantacinquenne (la convivenza si intende di fatto) con ISEE socio-sanitario fino a € 12.000,00 concedibili fino a massimo 18 ore settimanali, su valutazione dell'Assistente Sociale;
  • per anziani che vivono soli o con un familiare ultrasessantacinquenne (la convivenza si intende di fatto) con ISEE socio-sanitario da € 12.000,00 fino a € 18.000,00 concedibili fino a massimo 8 ore settimanali, su valutazione dell'Assistente Sociale;
  • per anziani che vivono in famiglia (con assistente familiare in convivenza o con familiari non ultrasessantacinquenni) con ISEE socio-sanitario da € 0,00 fino a € 18.000,00 concedibili fino a massimo 8 ore settimanali, su valutazione dell'Assistente Sociale.

La presentazione della domanda di accesso permette di accedere alla lista di attesa, elaborata in ordine di arrivo delle domande. L'utente in lista di attesta la cui DSU è scaduta è tenuto a presentare una nuova DSU in corso di validità e, nel caso in cui non la presenti entro i termini indicati dall'Ufficio di Ambito, sarà posizionato in ultima posizione della lista di attesa.

Potranno essere erogate ore di intervento fino ad esaurimento del budget disponibile.

L'intervento sarà erogato solo successivamente alla valutazione dell'Assistente Sociale dell'ATS 15 incaricata. La tempistica di risosta riferita a una domanda di accesso sarà entro 90 giorni dalla presentazione della stessa.

deroghe a quanto sopra possono essere effettuate esclusivamente per situazioni di particolare gravità, su proposta dell'Assistente Sociale del PUA e su specifica autorizzazione del Dirigente Coordinatore dell'ATS 15.

 

CAUSE DI INCOMPATIBILITÀ

Non possono presentare domanda di accesso all'intervento di assistenza domiciliare:

  • l'anziano inserito in modo permanente in struttra residenziale;
  • i beneficiari dell'intervento dell'assegno di cura - anno 2021;
  • i beneficiari delle perstazioni revaòenti e/o integrative del progetto "Home Care Premium 2019-2022" erogato dall'INPS.

CAUSE DI DECADENZA DELL'INTERVENTO

L'assistenza domiciliare decade nei seguenti casi:

  • l'assegnatario viene inserito in maniera permanente c/o una struttura residenziale;
  • l'assegnatario diviene beneficiario dell'assegno di cura anno 2020 o del progetto Home Care Premium;
  • venir meno delle condizioni di accesso e, in generale, delle finalità previste dell'intervento, su valutazione dell'Assistente Sociale di ATS 15;
  • rinuncia scritta del beneficiario;
  • decesso del beneficiario.